Integralismo, dittatura e xenofobia, i peggiori nemici dell’umanità. Ancor di più se viaggiano a braccetto.

Il triste epilogo di quanto è successo in Australia.
REPUBBLICA: Australia, ostaggi in un bar, issata bandiera islamica
REPUBBLICA: Ostaggi in una cioccolateria, immagini

Prima di parlare dell’ISIS, non c’entra nulla l’ISIS, ma un pazzo mentalmente disturbato sulla cinquantina. Non inneggiava all’ISIS, ma alla Shahada, con messaggi di ripudiare le altre religioni islamiche, e di abbracciare solo quella sunnita.
Oltre al terrorista, tra gli ostaggi vi sono stati 2 morti, un uomo di 34 anni e una donna di 38 madre di 3 bambini.
Questo è ciò che porta l’integralismo religioso: alla follia, alle morti insensate, al privare dei bambini dall’affetto materno.

Quando si sfama una persona esclusivamente a pane e religione, senza un minimo di cultura e laicità, prima o poi salta fuori quello con poche rotelle in testa, mentalmente problematico, che non vede oltre il proprio naso, o meglio, oltre il naso della sua religione. Qualunque religione sia.

Giusto il giorno prima si parlava di terroristi:
CORRIERE ESTERI: Allarme terrorismo (

L’australia è nelle mire degli integralisti islamici da tempo:
CORRIERE ESTERI: ISIS Sventato piano decapitazioni in Australia, 15 arresti (Settembre 2014)
CORRIERE: Terrorismo, finanzia ribelli, arrestato giovane in australia

Mi intristisce sapere che una famiglia dovrà rimanere senza la madre.

Mi intristisce sapere che, nei paesi caldi, ogni giorno qualcuno viene ucciso da pazzi integralisti, privando una famiglia di un padre o una madre. In tanti casi sapere di genitori costretti a seppellire i figli uccisi da questi pazzi, uccisi nel nome di un dio sordo.

Questi sono i sacrifici umani dei nostri tempi moderni, dove esiston ancora persone rimaste culturalmente più indietro del medio evo, alimentate dal puro integralismo religioso, gemello della xenofobia.

La Xenofobia su ciò che non si comprende, è stata un’arma per persone come Hitler, Stalin, Mussolini, Ceaușescu e via dicendo. Alimentata da persone che non vedono al di là del proprio naso.

Sfruttano il malcontento generale, alimentano le persone con pane e rabbia, incolpano chiunque non la pensi come loro per il male generale. Quando alla fine il male generale lo alimentano maggiormente loro con le loro azioni.

In italia noi abbiamo persone, di pochi scrupoli, che definiscono gli extracomunitari il male dell’Italia, definendoli i colpevoli dell’economia in rovina, delle rapine, delle violenze sessuali.

Ci sono alcuni gruppi che si definiscono “apartitici” o “apolitici”. Poi ti ritrovi le immagini del Mago Zurlì che governò nel ventennio fascista, morto nel 1945. Si, un mago. Come faceva scomparire le persone scomode lui, qui in italia, non lo faceva nessun’altro. Salvo poi ritrovare grandi fosse comuni, con morti senza nome. O corpi carbonizzati. E diversi campi di concentramento, dove le persone scomode al fascismo venivano rinchiuse. Fu un’epoca estremamente buia per l’Italia.

C’era sia la dittatura fascista di Mussolini, la xenofobia etnica e, per condire l’insalata, l’integralismo religioso applicato alla dittatura.

Oggi esistono ancora persone che inneggiano al duce, scrivendo che non ha mai ucciso nessuno, che non ha mai fatto morire ammazzati centinaia, migliaia o milioni di italiani. Vorrei che vadano a domandare ai nonni che persero amici e parenti a causa del fascismo, spesso persone scomparse per invidia da parte dell’ignoranza popolare di aver avuto la fortuna di avere le attenzioni della ragazza più bella del paese, oppure di avere la fortuna di avere del terreno, oppure esser accusati di essere ebrei (come se fosse un crimine essere di un’etnia o religione diversa!).

negozio_ariano1

Senza parlare dei negozi e quartieri dove vigeva il divieto d’ingresso agli italiani.

vietato

vietato_ingresso_italiani_Saarbrucken_1958_finestra_clubMi pare che ci siano molti tirchi di memoria. Tanti italiani con la memoria corta, che han dimenticato con troppa facilità gli orrori, e le migliaia di morti ammazzati al mese, a favore di un treno che arriva sempre in orario. Piuttosto di avere un treno che arriva in ritardo, e senza che qualcuno ammazzasse qualcun’altro per far arrivare i treni in orario, o tener aperte le porte di notte.

Siam talmente di memoria corta che, seppur molto di rado, alcuni negozi e ristoranti espongono cartelli decisamente fuori dall’intelletto generale.

341920-lulapop

Dopo non meravigliatevi se qualcuno vi deride e vi chiama “BIGOTTI”, perchè è esser bigotti. Oppure non meravigliatevi se vi deridono con questi cartelli: 1263888370128_cinesi4Ogni tanto si può far dell’ironia sul passato, deridendo i bigotti.

Ora sta tornando di moda una voce popolare, cominciata da personaggi di dubbia morale, come Calderoli, Borghezio e Bossi, l’uomo che urlava “ROMA LADRONA”, mentre gli stavano ristrutturando una casa, a sua insaputa, con soldi pubblici…

Gli stessi che urlano <<extracomunitario fuori dai coglioni>> perchè <<ci rubano il lavoro>>.

<< Qual e’ il problema piu’ grande oggi nel mondo? L’ignoranza o l’indifferenza? Non lo so e non me ne importa niente!>>

La gente che urla <<li stiamo mantenendo con i nostri soldi>>, quando la realtà è nettamente diversa:

<<Ma soprattutto: i soldi che vengono destinati ai rifugiati politici o ai richiedenti asilo (per alcune settimane) fanno parte di un pacchetto comunitario a cui patecipano tutti i paesi dell’Ue. Non si tratta quindi di fondi di Stato italiani, si tratta di fondi che solo in parte versa l’Italia, e che dovrebbero essere restituiti all’Europa nel caso non venissero spesi del tutto. In sostanza, anche spendendo più soldi per gli invalidi civili (è questa la richiesta di Landei) certamente non verrebbero ridimensionate le cifre destinate agli immigrati. Al contrario, nessun ridimensionamento delle cifre investite dall’Ue nel sostegno ai rifugiati garantirebbe una maggiore spesa in favore degli invalidi.>>

In paroloni, i rifugiati ed i profughi non li paghiamo noi, con i soldi nostri. Noi non stiamo pagando 40 euro a giorno per immigrato con i nostri soldi.

E’ l’Unione Europea a stanziare fondi per dar rifugio ai profughi che scappan da paesi in guerra.

Gli extracomunitari presenti in italia senza permesso di soggiorno, spesso sono persone che non vogliono scappare.

Ma sono una netta minoranza rispetto a quelli registrati e con permesso di soggiorno.

Oltretutto vi è più di una fonte che parla di questi dati, sui soldi usati per dar vitto ed alloggio ai rifugiati poltiici o profughi:

BUTAC 2400 EURO AD OGNI IMMIGRATOBUTAC: EURO AGLI IMMIGRATI , BUTAC: IMMIGRATI E RICARICHE TELEFONICHE

BUFALE.NETImmigrati in hotel di lusso, Italiani homeless a Siena , BUFALE.NET: 35 EURO AGLI IMMIGRATI CLANDESTINI , BUFALE.NET: SOCIAL CARD ESTESA AGLI IMMIGRATI ,

GIORNALETTISMO: LA BUFALA SUI SOLDI GRATIS AGLI IMMIGRATI SU “REPUBBLICA”

Vien persino detto, tra le voci popolari, che ci siano diversi milioni di extracomunitari a cui lo stato paga la disoccupazione.

Diversi milioni?

http://www.giornalettismo.com/archives/1285545/la-vera-storia-degli-immigrati-che-prendono-piu-soldi-degli-invalidi-civili/

<<Stando poi a quanto riportato dalla Fondazione Leone Moressa (la stessa fonte citata da Landei) su 4,5 milioni di immigrati presenti in Italia, circa la metà ha un lavoro dipendente o in proprio, quasi mezzo milione è rappresentato da disoccupati e la restante parte è composta infine da minori e casalinghe.>>

In paroloni? Su 4.500.000 extracomunitari:

-2.250.000 sono lavoratori in proprio o dipendenti.

-500.000 sono disoccupati

-1.750.000 sono bambini non nati in italia o casalinghe.

Dati da terrore puro, davvero! 1 milione e 750 mila “disoccupati” sono bambini o casalinghe!!

La cattiva informazione, ed i numeri scritti a caso da certi esponenti politici, che parlan di politica come fosse la peggior pseudo-politica, sono un male davvero grosso. E’ come dare alla gente, come soluzione a tutti i problemi, un bel martello.

<<Quando tutto quello che hai è un martello, ogni problema tende a somigliare a un chiodo. (Abraham Maslow)>>

Le soluzioni esistono ma non sono poi così tanto semplici.

Anche se c’è gente che propone soluzioni semplici, come <<basta cacciarli dall’italia>>, oppure <<basta affondare le loro navi>>. Sulle pagine si Salvini leggevo di persone che proponevano, e non ironicamente, la ri-apertura delle camere a gas con la frase <<la pelle nera coriacea come il carbone>>, alludendo all’energia a basso costo. Gente che vive di pane ed ignoranza.

<< I problemi piu’ complessi hanno soluzioni semplici, facili da comprendere e sbagliate. (Legge di Grossman) (Arthur Bloch) (H.L. Mencken)>>

Se si tratta di umorismo nero:

[Wygga]hahahaha bella battuta! L’associazione della pelle nera al carbone, perchè il carbone brucia più a lungo!![/Wygga]

avatar53494_1

No. Non fa ridere. E’ triste. E’ brutta. Magari un mezzo sorrisino…no.

Saltano fuori con la leggenda metropolitana che vengono, contrattualmente, pagati molto meno degli italiani.

No. Non è vero. Contrattualmente hanno i tuoi stessi medesimi diritti, oltretutto pagano i contributi come tutti. Arrivano, quindi, all’INPS dei soldi che pagano le pensioni degli italiani in pensione.

Che inventano una castroneria dietro l’altra, facendola diventare una cavalcata di Gish, con frasi da <<vengono pagati molto meno>> a <<si fanno pagare una miseria e non pagano le tasse>>.

Castronerie colossali. Se lavorano con contratto stipulato legalmente, percepiscono tanto quanto un italiano.

A meno che non si parla di lavoro in nero, dove fintanto che assumevano italiani, nessuno si lamentava. Faceva comodo “arrotondare” metà delle entrate in nero. Mentre se è l’extracomunitario no. Magari su quel frangente bisognerebbe farsi un’esame di coscienza.

Chi va a lavorare in nero, mentre non trova lavoro con contratti legali, lo fa per poter portare in tavola il pane. Non di certo per costruirsi una megavilla di lusso nel suo paese, lavorando a 2 euro all’ora. Non dicerto per fare fortuna.

A meno che non parli di persone che ricevono in tasca 10.000 euro in nero all’anno, mentre hanno un lavoro fisso con stipendio medio da 1200 euro netti a mese. Poi varia anche da caso a caso, non facciamo di tutta l’erba un fascio.

Spiegandola in un linguaggio comprensibile ai bigotti, il colpevole è chi assume IN nero. Non chi assume IL nero.

Mi meraviglia che Salvini non abbia ancora detto che gli extracomunitari <<Sono colpevoli per l’esistenza dei biscotti con l’uvetta>>

Salvini, il modello orso yoghi. L’uomo che urla slogan “sociali”, dove indica chei bisogna aver paura dell’uomo nero. Paura di cosa? Del colore della pelle? Da quando il colore della pelle è sinonimo di pericolosità?

A me è stato insegnato che bisogna aver paura dei MAFIOSI, dei CIARLATANI E TRUFFATORI, dei VIOLENTI e degli INTOLLERANTI.

Soprattutto a quelli che presentano soluzioni semplici e sbagliate, come la soluzione russa secondo Salvini:

BUTAC: Mosca, zingari, lavavetri e Matteo Salvini

Come fanno notare su BUTAC, la soluzione del prode Matteo è totalmente storpiata. In Russia la cultura zingara è presente, moltissimo. Prima di tutto, in russia lo zingaro vien ricordato per quanto è accaduto nella 2^ guerra mondiale, tantè che la televisione russa dedica show televisivi a tale cultura.

La Russia salviniesca dove non esiste il degrado.

Ma poi stiamo parlando della Russia dove avvengono truffe. Riprendiamo BUTAC:

<<Perdonatemi, dimenticavo un’altra cosina importante, lo sapete perché tanti russi hanno una telecamera montata sull’auto?  Al Jazeera nel 2012 aveva fatto interviste in loco a riguardo, e le risposte credo lascerebbero il povero Matteo un poco sotto choc! Si perché le ragioni della cosa sono principalmente due, la polizia che accetta bustarelle come pratica comune anche in caso d’incidente (quindi anche se hai ragione ma non hai soldi da dare al poliziotto di turno passi automaticamente dalla parte del torto) e i testimoni che a loro volta accettano di buon grado di farsi pagare per la propria opera d’aiuto in caso d’incidente. Una dash cam risolve il problema (almeno con l’assicurazione)…

Tanto per non farsi mancare nulla, sempre l’amministrazione russa (fulgido esempio di democrazia perfetta) ha dato borse di studio a 300 nigeriani , che sono arrivati nel paese, hanno studiato e lavorato per 8 mesi scoprendo poi che in realtà i soldi che l’amministrazione doveva dare all’università per il loro mantenimento erano spariti (dove non è ben chiaro) e si sono trovati dall’oggi al domani a chiedere la carità per strada non avendo più nemmeno modo di tornare a casa.>>

Questi sono solo alcuni degli esempi, in cui lo Xenofobo (in questo caso Salvini) cerca il capo espiatorio.

“Un buon capro espiatorio vale quasi quanto una soluzione”. Arthur Bloch

Spero vi basti, come spiegazione, che l’integralismo, la xenofobia e la dittatura sono da tenere alla larga.

Buone Feste

Daniele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...