Essere gay, un crimine atroce nei confronti dell’umanità intera…?

…è davvero un crimine? Oppure è soltanto una caratteristica presente anche nella specie umana?

Il titolo estremamente provocatorio. Togliendo il punto interrogativo, diventerebbe un titolo bigotto, ignorante. Xenofobo.

Un titolo assurdamente idiota, che rispecchia il pensiero di chi non è in grado di vedere oltre il proprio naso.

Titolo che è pensiero di troppi bigotti che disprezzano ciò di cui hanno paura. Paura irrazionale.

Paura di persone che han dato prova d’ignoranza riguardo l’omosessualità.

Persone che demonizzano ed hanno il terrore dell’omosessualità fino al punto di dire:

<<MEGLIO ESSERE MAFIOSI CHE GAY>> – Bruno Volpe, Pontifex Roma pomeriggio-5-53Potrei tradurla in <<meglio essere un organizzazione criminale che gay>>

-Meglio essere assassini che gay.

-Meglio essere spacciatori di droga che gay.

-Meglio essere “uno che riscuote il pizzo dai negozianti, che se non pagano, do fuoco al locale al negoziante” che gay.

-Meglio essere un affiliato alla ‘Ndrangheta, Camorra, Cosa nostra, Mala del Brenta e Sacra Corona Unita che gay.

Scegli la tua frase preferita.

Per non parlare di chi esaltava l’essere fascista con affermazioni di questo tipo:

<<Meglio fascista che frocio>>

Per poi scoprire che il marito è indagato per casi di pederastia, ossia come dicono i giornali, sarebbe indagato per avere rapporti sessuali con prostitute minorenni. Giusto specificare “pederastia”: WIRED.IT: Il caso Mussolini: la differenza tra pedofilia e pederastia cronaca1 Ci sono persone che combattono per i diritti degli omosessuali. Uno di questi è Giampietro Belotti, che molti conoscono come “Il nazista dell’Illinois”, che è andato a disturbare la protesta silenziosa delle “Sentinelle in Piedi”. 10662068_677224582393778_3376281920530133640_o Dalla sua pagina:

<<Se non avete sentito parlare di me sono quel tale che, a Bergamo, il 5/10/2014 ha deciso di “mettersi in gioco” e scendere in piazza per ribadire che tutti gli uomini nascono uguali. Tutti hanno il diritto di avere le proprie idee: ma se le tue idee si fondano sul sessismo, sul razzismo… o sull’omofobia, beh, allora quando decidi di portarle in piazza non stai “manifestando il tuo pensiero”, stai facendo proselitismo al tuo ideale di odio e ghettizzazione. O almeno questo io credevo. Ho invece scoperto dai giornali che queste cosiddette Sentinelle in Piedi “scendevano in piazza per manifestare il proprio diritto all’omofobia”. Già, ho dovuto rileggere la frase diverse volte per l’incredulità. Signore e signori, era un puro no-sense. Un copione scritto dai Monty Python. Ed ho deciso di sorpassare questa gente sulla destra in fatto di ironia. Ho preparato un costume che era un perfetto crossover fra la divisa dei nazisti dell’Illinois de The Blues Brothers e quella di Adenoid Hinkel de Il Grande Dittatore e mi sono unito a questa gente sulla piazza per ribadire che “I Nazisti dell’Illinois stanno con le Sentinelle”. E lì la realtà ha superato completamente la fantasia: gli omofobici dovrebbero essere liberi di scendere in piazza a manifestare il loro odio ma a quanto pare i nazisti dell’Illinois non hanno il diritto a manifestare il loro sostegno a questa causa! Eppure credevo di aver capito che per costoro: “chiunque dovrebbe essere libero di scendere in piazza e manifestare in modo pacifico pro e/o contro chiunque”! Perché i nazisti dell’Illinois no?>>

Recentemente ha avuto una discussione con una delle “Sentinelle in Piedi”.

1 1 2

In pratica salta fuori che l’omosessualità è… UN’ARMA SIONISTA, forse indotta mediante l’uso di messaggi subliminali. Un’arma usata dai Rockfeller, dai massoni, da cosa?

Commentato poi da frasi fatte <<non odio i gay, ma…>> per finire con le solite altre frasi fatte <<…ma nonostante questo, credimi che non ho nulla contro i gay>>.

Ora i gay stanno pure al centro dei complotti. Non bastavano gli omofobici. Poi ci domandiamo perchè esiston persone contro i “Diritti degli Omosessuali”.

Diritti degli omosessuali, è strano dirlo, è strano scriverlo: semplicemente non deve esistere questo “diritti degli omosessuali” come termine. Perchè dico così? Intendo per caso dire che gli omosessuali non devono esistere? No, l’esatto contrario. Per me dovrebbe essere parte integrande dell’esistenza. Creare un diritto significa solo che tale minoranza non è tollerata. Come anche i diritti delle donne.

Perchè esistono? Semplicemente perchè tanti uomini (ma anche donne) non riescono a concepire il fatto che non deve esistere distinzione. Donna etero, donna gay, donna bisex, uomo etero, uomo gay, uomo bisex. Non deve esistere il gender, semplicemente essere un essere umano. Punto. Esser di sesso maschile o femminile è qualcosa che si trova già alla nascita (a parte rari casi, vedi ermafroditi). Essere etero, gay o bisex dovrebbe essere considerato naturale. Non forzato, come molti credono. Un diritto di essere se stessi. Non essere discriminati perchè etero, gay, bisex, pansessuale, polisessuale e asessuale. Una persona è gay? Deve essere considerata una persona come tutti, perchè E’ una persona come tutti. E’ elementare, come il diritto alla vita.

Non è che qualcuno, un giorno si sveglia e dice <<oggi voglio essere gay, anzi, un po e un po, diciamo bisex>>.

Non è nemmeno una malattia. Esiste in natura. Gli omofobici solitamente ripetono che non esiste in natura. Peccato per gli omofobici che sia persino descritta l’omosessualità negli animali su Wikipedia. Ti risponderanno che non siamo animali. Peccato sia stato scientificamente provato che l’Homo Sapiens sia un animale semplicemente più evoluto, precisamente un animale sociale.

<<Similmente alla maggior parte dei primati, H. sapiens è un animale sociale. È inoltre particolarmente abile nell’utilizzo di sistemi di comunicazione per l’espressione, lo scambio di idee e l’organizzazione; crea complesse strutture sociali composte da gruppi in cooperazione e competizione, che variano dalle piccole famiglie e associazioni fino alle grandi unioni politiche, scientifiche, economiche. L’interazione sociale ha introdotto una larghissima varietà di tradizioni, rituali, regole comportamentali e morali, norme sociali e leggi che formano la base della società umana.>>

Il fatto che esista l’omosessualità, è puramente un fatto naturale. Probabilmente instintivo, probabilmente legato alla sfera sociale, come nelle scimmie.

« No species has been found in which homosexual behaviour has not been shown to exist, with the exception of species that never have sex at all, such as sea urchins and aphis. Moreover, a part of the animal kingdom is hermaphroditic, truly bisexual. For them, homosexuality is not an issue. » (IT)« Non si è trovata specie in cui non esista il comportamento omosessuale, eccetto in quelle che non hanno rapporti sessuali come l’echinoidea (riccio di mare) e gli afidi. Inoltre, parte del mondo animale è ermafrodita, letteralmente bisessuale. Per loro l’omosessualità non è un problema. »
(1,500 animal species practice homosexuality, News Medical 23 ottobre 2006)

Esiste nel regno animale. Noi Homo Sapiens, o Homo Sapiens Sapiens, siamo animali, con istinti ancora presenti che hanno permesso la nostra evoluzione. Addirittura siamo una delle 6 specie che hanno superato il “test dello specchio“.

Un test che prova se una specie animale riconosce il suo riflesso come immagine di sé stesso, test preliminare per giudicare se un essere vivente presenta la capacità di avere coscienza di se stesso.

E di quelle 6 specie, nessuna presenta l’assenza di omosessualità nella specie. Chi demonizza questo essere <<nient’altro che se stessi>> purtroppo ha molta più libertà di parola di altri, pur basandosi su discorsi morali basati principalmente su dogmi religiosi creati dall’essere umano, trascritture tutt’altro che divine in quanto sono state modificate e re-interpretate più e più volte con il passare dei secoli, se non dei millenni.

Purtroppo non dovremmo nemmeno meravigliarci. Nemmeno dire <<siamo nel duemilaqualcosa e ci sono ancora intolleranti verso gli omosessuali>>. Non abbiamo ancora, nelle nostre leggi giuridiche italiane, una legge che imponga di rispettare a pieno i diritti delle donne.

Diritti che, tutt’ora, non sono ancora stati conquistati a pieno.

Magari su carta ci sono delle leggi che promettono protezione, ma nei fatti vediamo succedere l’esatto contrario. Ossia donne che subiscono sul posto di lavoro mobbing in quanto donne, che subiscono a casa abusi e non possono uscire e dire la propria in quanto donne. In alcun casi vediamo paeselli se non addirittura un’intera regione, dove esistono ancora le gelosie famigliari nei confronti delle figlie.

Per non parlare di mentalità ancora non defunte, specie dal lato ecclesiastico. Dove imponevano che la donna lavoratrice equivaleva ad una poco di buono, perchè dovrebbe stare in casa a far la casalinga, pulire, stirare, cucinare…

E se aveva una scollatura, ahia! <<Zoccola, puttana, provocatrice!!!>>. Medioevo in casa Italia.

Mi domando, perchè noi uomini non possiamo dividere i compiti domestici con le donne?

Un tempo sarebbe stato oggetto di derisione. <<Un uomo che cucina, lava e stira? Sicuramente frocio.>> altre_uomo_casalingo_01 A parte il fatto che io cucino, faccio il lavandino, pulisco casa, lavo con la lavatrice, stendo e stiro. Nonostante tutto ciò, vorrei tanto avere una relazione amorosa di una sera con la Nappi. Non mi sento “gay” perchè lavo, stiro, cucino…

E’ semplicemente una mentalità assurda, di altri tempi. Ma che è dura da eliminare.

Infatti non accadeva tanto tanto tanto tempo fa. Accade ancora. Non solo in casa. Anche sul lavoro. Tutt’ora.

Datori di lavoro di piccole fabbriche che licenziano una dipendente perchè, dopo anni ed anni di servizio, aveva commesso il crimine di essere rimasta incinta.

Oppure che non posson ricoprire ruoli aziendali di spicco perchè <<Tu vuoi dare la promozione ad una donna invece che a me??>>, o dire <<Ha ottenuto la promozione perchè gli ha dato la figa>>. eihdbcae Più i tempi cambiano, più le porcate rimangono le stesse. L’intolleranza è una parte integrante non essenziale della cultura del genere umano. Non significa sia giusta, piuttosto è irrazionale. Spesso si lega ad una parte della cultura. L’omosessualità non è una parte di cultura, ma una parte naturale  dell’Homo Sapiens. Istintiva, genetica, sociale non ne ho la più pallida idea. Ma tale fattore non deve incidere sul pensiero di una persona tanto da sfociare nell’intolleranza. Avere il diritto di manifestare per i propri diritti, va bene. Manifestare per il diritto di essere intolleranti verso i diritti altrui, mi spiace, è incoerenza. allo stato puro. L’intolleranza è un qualcosa di primitivo, una paura irrazionale di qualcosa che non si comprende a pieno. Come si fa a farsi passare la paura? Semplicemente informandosi, conoscendo le persone, arrivando anche a stringere amicizia e confrontarsi civilmente.

Quando ero un adolescente avevo paura dei gay. Veniva detto da molti che il gay vuol solo mettertelo nell’ano, che il gay è erotomane, che le lesbiche hanno tutte l’aspetto fisico dell’uomo camionista.

Crescendo, negli anni, ho conosciuto un ragazzo con il padre omosessuale, convivente con un’altro uomo. Questo ragazzo è cresciuto normalmente, è sposato e la moglie aspetta un figlio. Ho conosciuto alcune ragazze lesbiche o bisessuali. Conoscendole meglio, posso solo dire di adorarle, comportamenti genuini, non falsi, non si nascondono dietro le scuse, dirette. Conosco ragazzi omosessuali che non hanno mai fatto male ad una mosca. La diceria sul gay erotomane e depravato è una puttanata enorme, soprattutto se messa in confronto a uomini e donne etero che guardano film porno su redtube\youporn. Semplicemente da fastidio che un uomo veda il video di due uomini nell’atto sessuale.

E ti vengono a dire <<se ti da fastidio vedere un filmato di gay, è perchè fare i gay è sbagliato>>

A me sinceramente farebbe schifo vedere un filmato di due uomini che hanno un rapporto sessuale gay. Ma, cazzo, magari è perchè sono eterosessuale.

A diverse donne piacciono i filmati di due uomini che han rapporti sessuali omosessuali. Ad una donna etero fa schifo vedere un filmato di due donne che hanno un rapporto sessuale lesbico. A diversi uomini etero non dispiace vedere un filmato porno di lesbiche!

P.S.: Divà, Marina, Daniela, è un problema se faccio lo spettatore? Pretty please!!!!!

Mi viene da ridere che diversi uomini che urlano <<gay è sbagliato>>, poi ti vanno a vedere su youporn\redtube i video lesbo. Coerenza, questa sconosciuta. Vero? 1610839_904249092918640_7115577912699465603_n Ciao

The Internet Provider Cat

Dedicato a Giampietro Belotti “Il nazista dell’Illinois”, che giornalmente deride (giustamente) gli omofobici. Specialmente se complottari.

Dedicato a Divà, Marina, Daniela, Miriam. Persone che stimo tantissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...