Qualunquismi, pretese e… si ma le tette?

Gente che si lamenta dello stato alludendo a complotti di scie chimiche, bieldberg, rockfeller, rothchild, bla bla bla.

Tante lamentele, tanti che si credono maestri della politica, di essere i portatori della sacra verità. Ma di fatti concreti: ZERO.

Renzi che promette, promette, promette… per poi dimenticarsene il giorno dopo.

Gente che vedrebbe bene il ritorno del fascismo, dimenticando se non addirittura negando tutti i morti che quel “movimento” fece, la collaborazione con il nazismo, le leggi razziali… [cit. E le foibeee?]

Per poi far dietrofront e cercare una guida. Una guida che faccia tutto lui. Mentre loro stanno a casina bella

C’è gente, come Mariano Ferro & Giuseppe Scarlata, che sta cercando di arginare il problema dell’imbarbarimento con i fatti. Quali fatti? Non di sicuro i “fatti” mostrati da alcuni giornali, che confondono C.R.A. e Casapound con i Forconi, quelli veri.

Quali sono i fatti di Ferro&Scarlata e dei Forconi?

Uno dei tanti fatti: picchettare davanti alle case da 150.000-300.000 euro pignorate dalle banche per cifre di mutuo non pagate inferiori ai 20.000 euro. Spesso sono persone che domandano deroghe in quanto han perso il lavoro, o faticano ad iniziare il mese (figuriamoci a finirlo).

Una cosa è sicura: gente come loro verrà accusata di essere renziana, fascista, leghista, salviniana…

ferr

https://www.facebook.com/video.php?v=884600231558467&set=vb.100000254960315&type=2&theater

Per pochi spicci di mutuo rimanente, invece di una deroga, ti svendono la casa all’asta a prezzi che stanno a meno del 30% del loro valore, dandoti poi indietro una percentuale irrisoria con la quale non puoi nemmeno comprarti l’utilitaria più catorcia in vendita.

Oppure possiamo parlare di Pino Maniaci, giornalista di TeleJato, che giornalmente espone i problemi legati alla mala. Giornalista per il quale i vari rambo da tastiera non hanno mai detto nulla, e non sono nemmeno andati a scrivergli due righe di conforto o condoglianze, qualche parola per incoraggiarlo o essergli vicino quando la mafia gli ha fatto saltare l’auto ed impiccato i cani come messaggio. Niente.

http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/giornalista_anti_mafia_cani_impiccati/notizie/1048829.shtml

Minacce a Pino Maniaci, direttore antimafia
di Telejato: trovati impiccati i suoi due cani

| COMMENTA

Pino Maniaci, direttore di Telejato

<<<giovedì 4 dicembre 2014, 16:59

Da qualche settimana il giornalista palermitano Pino Maniaci, direttore dell’emittente Telejato, sta realizzando inchieste su alcune piazze di spaccio di cocaina nel capoluogo siciliano, ed evidentemente la mafia non ha gradito. Da allora sono sempre più frequenti le minacce e le intimidazione.   La scorsa settimana, infatti, un incendio di natura dolosa aveva distrutto la vecchia auto di Maniaci, una Bmw sgangherata e parcheggiata da tempo nei pressi della sede di Telejato. Ora, però, c’è chi è andato oltre. Il giornalista ha infatti trovato i suoi due cani, un setter e un pastore belga, impiccati nel giardino della sua casa a Partinico. «La droga in questi ultimi mesi scorre a fiumi nel comprensorio. A qualcuno queste nostre denunce non sono andate giù», racconta Maniaci a Repubblica.>>>

Dopo un articolo, più nessuna notizia in merito, nessuno sa più nulla. Abbandonato così persino dai media che preferiscono parlare di Salvini Modello de noantri, l’orso yoghi da copertina.

Questi sono i problemi dei nostri giorni: l’indifferenza totale.

Non sono di certo le tanto millantate invasioni descritte da personaggi come Salvini, che parlano di sprechi di milioni di euro nell’aiutare gli stranieri, per poi passare le giornate a sprecare i soldi dello stato per altre cavolate. Per poi percepire, a fine mandato, pensioni con cifre da 4 zeri.

Incita le persone a pretendere dall’Italia tanto, promettendo tanto. Ed alla fine elargendo loro il nulla, se non solo sterili parole di puro squadrismo, “folklore” ed un pugno di mosche. Esattamente come fece Bossi, che urlava “ROMA LADRONA”, per poi saltar fuori a dire “Stanno ristrutturando casa mia? Con i soldi del partito? Non me ne sono accorto!”

Esattamente come con l’Italia. Non se ne accorgono mai.

Alla fine non si deve pretendere. Bisogna solo esporre i fatti. Idee per cambiare ben accette, ma bisogna anche ponderare che il gioco valga la candela, e non vada a ledere su diritti e libertà della gente. Ma alla fine siamo solo umani, corruttibili o incorruttibili sta alla persona stessa. Un paese dove vale molto di più la raccomandazione piuttosto che la meritocrazia.

Dove alcuni ministri dicono di aver sofferto anche loro lo stipendio piccolo, alludendo che 800 euro a mese bastano per campare, perchè il povero cucciolone campava con 800 euro a mese 20 anni prima, quando la vita costava molto ma molto meno, le tasse erano più irrisorie, c’erano persino i baby-pensionati, il valore delle case era un terzo del valore attuale. E tutto ciò che ne consegue.

Un paese dove molta, o meglio, troppa gente dice <<voglio voglio voglio>>, ma quando c’è da pagare… <<Ah io ho già pagato!!>> oppure <<Che vada avanti qualcun’altro, io non ci metto la faccia>>. Siamo al punto di partenza. Sempre al punto di partenza.

E dall’altra parte ci sta un ometto che dice <<Lazzaroni>> insultando il resto delle persone, pretendendo di voler italiani che non si lamentino, lavorino con la testa bassa, accetti tutto ciò che gli passa il convento.

La lotta dei poveri.

Anzi, la lotta dei poveri veri verso i poveri ricchi politici. E dei poveri ricchi onesti politici verso gli italiani lazzaroni che si fanno il culo 8-12 ore a giorno 5-6 giorni su 7.

Se dovessi vedere l’Italia con gli occhi di un politico, paragonerei l’Italia alla Valentina Nappi.

20131007_54883_valentina_nappi_2

Cacchio se vorrei farci un giro su quella carrozzeria…magari anche due o tre!!

valentina-nappi-4-3

Vorrei anch’io scopare con la Valentina Nappi a casa mia. Ma le probabilità che la Nappi me la dia sono prossime allo zero per mille. Oh beh… avvenisse il miracolo, e mi contattasse dicendo “trombiamo”, non direi di no. Anzi. Rimarrei sbigottito, incredulo. Forse avrei anche difficoltà a credere che non sia uno scherzo.

Non perchè vorrei trombare con una ragazza così bella significa che devo pretendere che lei scopi con me.

Domandare ulteriori sacrifici all’Italia verso i cittadini italiani è assurdo. Stiamo con l’acqua alla gola, pretendono di far di più, senza allentare la presa su nulla. E’ come pretendere che la Nappi si infili un solo singolo pene in tutti i buchi. Contemporaneamente.

Se dovessi vedere l’Italia con gli occhi di un cittadino, paragonerei l’italia alla mafia.

mafia-kerdi-italia-660Domandare sacrifici all’Italia, ossia ai nostri politici attuali, è una perdita di tempo. Non ti daranno nulla, semplicemente ti prenderanno in giro.

Finchè gli italiani staranno a casuccia, con il lattuccio con l’ovomaltina ed i biscotti pucciosi, come fa Marcianò, lamentandosi da una tastiera, beh.. cambieranno sicuramente le cose!! Se raggiungiamo i 100.000 “like” sulle idee proposte su Facebook, cambieremo l’Italia!! Davvero! Non scherzo! Cambieremo l’Italia diventando tutti rincoglioniti!!

Pretendete pretendete… si ma le tette?

Almeno mi piacerebbe vedere le tette della Nappi dal vivo.

Buona serata

L’Omino Stanco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...