Mattina della Vigilia di natale.

Mattina della vigilia di natale 2014. Mi sono svegliato male, alle 11 e mezza di mattina. Ho dormito veramente poco. Tipo dalle 2, perchè ero tornato a casa troppo presto. Fino alle 11 e mezza.

Pensavo: <<Troppo poco, quando solitamente l’essere umano dorme settordici ore al giorno. Ancora più brutta: NON mi sono trombato la tipa bassa con gli occhiali! E’ stato solo un sogno.>>

Ero talmente nervoso che faticavo a svegliarmi, c’era il cane che scavava nella porta, pregandomi di alzarmi, perchè voleva il cibo o uscire a pisciare, o entrambi!
Mentre cammino, facendo il giro del letto, sbatto violentemente contro la gamba mezza fuori della tipa con gli occhiali cadendo giù dal letto…

Un secondo, che ci fa la tipa con gli occhiali nel letto?
<<Sggrrnnmbllll….>> si enunciò la sconosciuta…
Non sono uno di quelli che impreca alla Macignu davanti ad un monitor spaccando la tastiera a testate, but what the fuck, man. Era vero? Non era vero? Come cazzo si chiamava?

La tipa con gli occhiali è ancora nel letto a dormire. Per ora la chiamerò “tipa con gli occhiali” o Sconosciuta1.

La riguardo meglio… WTF man? Quanto cazzo eri ubriaco?

Vado al cesso, sento la necessità di una pausa-merda.

Mentre cammino da A verso B sbattendo come un iRobot, la tipa avvia un concerto vocale.

Avete presente i grugniti che si sentono nelle stalle dei suini? Poverina, avrà la sinusite.

Cago per mezz’ora, non è una bell’immagine, e vi capisco, vorrei pure io immaginare di essere in compagnia della Nappi, o della Sasha Grey.
Invece nell’altra stanza, Sconosciuta1, alta un metro e mezzo con i tacchi, russa come una squadra di alpini in ritiro presso un rifugio della Val Seriana, con i capelli castani e ricci, si e no sui 30-35 anni…

Vorrei cagare in pace, immaginando di praticare l’antica tecnica del salto sul letto con la Sasha.

Ho seri dubbi che in questa casa ci siamo solo io e lei: sconosciuta1 russa come un treno ottocentesco del far west.

What the fuck,man. Chi cazzo ti sei portato a letto?

Continuo a leggere facebook dal tablet mentre spruzzo concime nel cesso. Fine primo tempo concimazione.

Torno in camera.

Sconosciuta1 si rigira apre gli occhi domanda “che ore sono?”. Faccio per rispondere e torna a russare, come un pericolosissimo facocero inferocito di 45kg.

Didascalia gialla dice “Svegliamola con un urlo”. Didascalia bianca dice “Mentre urli piazzale il glande in faccia”.

Parlano le didascalie. Presumo che dovrò sospendere i fumetti di Deadpool. Presumo sia tempo per un caffè.

Torno in camera, accendo il pc.

Sconosciuta1 si risveglia, guarda la sveglia, tira un respiro ed urla <<E’ TARDIIII>> come un’anatra impazzita, <<LAVIGILIADINATALEIMIEILAMIASORELLA….PERCHE’ NON MI HAI SVEGLIATOOOOHHHH??>>, mentre si veste in un lasso di tempo inferiore ai 10 secondi*. La sua voce mi ricordava Barbie Xanax, my god che trottola ho montato sul pene quella notte?

Dribbla le mie stampelle, si dirige verso le scale, dribbla il cane, dribbla la coccola, dribbla le scale, si rompe un tacco, apre il portone, inciampa, TOUCH DOWN!!! Schianta la faccia per terra sull’asfalto.

 

P.S.: *RECORD MONDIALE!!! Mai vista una ragazza vestirsi così in fretta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...